Home » FAQ » Etichette » Cosa è cambiato nell’etichettatura alimentare

Cosa è cambiato nell’etichettatura alimentare

Dal 13 Dicembre 2016 tutte le indicazioni relative all’adeguamento delle etichette, contenute nel Regolamento Europeo 1169/2011, sono obbligatorie.

Di seguito ricordiamo brevemente le principali novità sulle etichette dei prodotti alimentari.

Tabella nutrizionale

Gli alimenti confezionati devono avere una tabella nutrizionale con sette elementi (valore energetico, grassi, acidi grassi saturi, carboidrati, proteine, zuccheri e sale) riferiti a 100g o 100ml di prodotto, che potrà essere affiancata dai dati riferiti ad una singola porzione.

Allergeni

Le sostanze allergizzanti o che procurano intolleranze (come derivati del grano e cereali contenenti glutine, sedano, crostacei, anidride solforosa, arachidi, frutta a guscio, latticini contenenti lattosio) devono essere evidenziate con più chiarezza nella lista degli ingredienti usando accorgimenti grafici (ad esempio grassetto, colore o sottolineatura).

Leggibilità e chiarezza delle scritte

Viene definita la dimensione minima dei caratteri tipografici delle etichette, che devono essere di almeno 1,2 mm (0,9 mm per le confezioni più piccole). Le informazioni obbligatorie, le indicazioni nutrizionali e quelle relative all’origine devono trovarsi nello stesso campo visivo della denominazione di vendita. Quando la superficie della confezione è inferiore a 10cm² è sufficiente riportare le notizie essenziali: denominazione di vendita, allergeni eventualmente presenti, peso netto, termine minimo di conservazione (“da consumarsi preferibilmente entro…“) o data di scadenza (“da consumarsi entro…“).

Scompare la scritta “oli vegetali”

Non è più possibile utilizzare la scritta “oli vegetali”, ma va indicata con precisione la natura dell’olio usato nella lista ingredienti. Quindi, “olio di oliva”, “olio di semi di girasole”, “olio di palma”, devono essere elencati in etichetta in modo trasparente. Chi usa “olio extravergine di oliva” potrà ben evidenziarlo in etichetta. Inoltre, se gli oli o i grassi adoperati sono stati idrogenati, è obbligatorio apporre la dicitura “totalmente o parzialmente idrogenato”, a seconda dei casi.

Scadenza

La data di scadenza deve essere riportata su ogni singola porzione preconfezionata e non più solo sulla confezione esterna. La carne, le preparazioni a base di carne e i prodotti ittici surgelati o congelati non lavorati, devono indicare il giorno, il mese e l’anno della surgelazione o del congelamento.
Le etichette devono inoltre riportare, come sempre:

  • denominazione dell’alimento;
  • elenco degli ingredienti e relativa quantità;
  • quantità netta dell’alimento;
  • scadenza e termini di conservazione;
  • nome o ragione sociale dell’operatore che commercializza il bene;
  • paese d’origine;
  • istruzioni per l’uso;
  • volume alcol-metrico solo nel caso di prodotti contenenti più dell’1,2% di alcool.

Il Regolamento, oltre a riconfermare una serie di obblighi, introduce anche altre novità, in particolare:

  • Origine: E’ obbligatorio indicare il paese d’origine o il luogo di provenienza dei prodotti (Art. 26 “Paese d’origine e luogo di provenienza”);
  • Lingua: L’etichetta deve essere scritta nella lingua del consumatore finale e pertanto essere redatta in una lingua a lui comprensibile. (Art. 15 “Requisiti linguistici”);
  • Vendita a distanza e tramite internet: gli obblighi di etichettatura sono estesi anche ai canali di vendita online (Art. 14 “Vendita a distanza”).

Ricordiamo infine che produrre in azienda le piccole e medie quantità di etichette a colori per singolo prodotto, consente di avere numerosi vantaggi in termini pratici ed economici. Gestire internamente e in maniera flessibile la produzione di etichette contenenti informazioni soggette a repentine modifiche, significa azzerare gli sprechi di etichette inutilizzate, ridurre i costi di magazzino, annullare i tempi di attesa stampando in proprio solo la quantità necessaria e con le informazioni desiderate al momento.

Inoltre offre numerose opportunità di mercato in caso di esportazioni, campionature, attività di marketing, personalizzazioni e private label.

Qui potrai vedere un video di altroconsumo.it a riguardo molto esplicativo.

Saluti dallo Staff di 100ASA Srl